A S. Maria degli Angeli durante l’estate non si dorme

Siamo un gruppo di cittadini che abitano nelle zone limitrofe allo stadio comunale Migaghelli di Santa Maria degli Angeli e che da 15 anni sopportano notevoli disagi a causa dell’inquinamento acustico provocato durante le ore notturne dalle manifestazioni che vi si svolgono durante l’estate. Infatti, dalla metà di giugno circa alla metà di agosto, puntualmente si svolgono quattro manifestazioni: la festa del rock che dura tre giorni, la festa del Ponte Rosso, la Rassegna dei vini e la Festa di Colcaprile che durano complessivamente 33 giorni in due mesi. Noi abitanti delle zone residenziali adiacenti abbiamo chiesto ripetutamente agli organizzatori di abbassare il volume dei suoni e fino ad un certo orario così come all’Amministrazione Comunale abbiamo chiesto di intervenire in qualche modo, purtroppo, senza ottenere alcun risultato. Incuranti delle nostre richieste ed indifferenti agli interventi delle Forze dell’Ordine troppo spesso si è continuato a tenere la musica ad un volume eccessivo ed anche oltre gli orari consentiti.
Reputiamo inconcepibile che diritti sanciti dalla legge in vigore non vengano rispettati neanche quando ci sono delle richieste specifiche alle autorità che devono vigilare. Noi non siamo contrari alle feste che si svolgono nei pressi dell stadio, a patto però, che si tengano i volumi della musica più bassi e non oltre gli orari consentiti dalla legge.
Speriamo che per il prossimo anno il Comune di Assisi prenda provvedimenti a tutela di noi cittadini predisponendo delle soluzioni come quella di prevedere l’installazione di barriere acustiche o quant’altro. Il disagio è notevole se si pensa che l’estate dura poco e che per trentatrè notti non si riesce a dormire a causa dei suoni troppo assordanti, a volte non si riesce neanche a sentire la televisione dentro la propria casa. Ci sentiamo avviliti che dopo tanti anni e tante richieste verbali e petizioni scritte nessuno abbia ancora preso provvedimenti.
Nella città della pace ci sono cittadini che vorrebbero veramente vivere in pace.

31/07/2013
Un gruppo di cittadini delle aree adiacenti
allo stadio Migaghelli di Santa Maria degli Angeli

Articolo letto 103 volte

2 Risponde a A S. Maria degli Angeli durante l’estate non si dorme

  1. marina marini 12 agosto 2013 a 18:47

    vorrei ricordare ai cittadini ed anche alla amministrazione comunale che esiste un Regolamento sul rumore di cui alla legge acustica approvato nel 2008, se non sbaglio, dal Consiglio comunale unitamente alla adozione del Piano sull’ACUSTICA non mai revocato ma che sembra sia stato totalmente dimenticato anche se non è stato mai revocato, quindi è ancora valido.
    Basta che si chieda di attenersi a questo, se non erro ci sono pure sanzioni.

    Rispondi
  2. Francesca 1 luglio 2014 a 14:07

    Mi sembra che gli orari durante l’estate 2013 siano stati rispettati, anche troppo. Non credo che sia necessario fare tante polemiche per così poco. Poi vorrei sapere chi, durante le notti afose, va a dormire prima di mezzanotte. Vogliamo far terminare anche queste poche manifestazioni che sono rimaste nella nostra città? Le attività chiudono per altri ovvi motivi, le sagre le facciamo chiudere, rimangono solo le chiese! Perchè non le apriamo anche la notte?! Così magari qualcuno potrà passarvi una serata in pace, come dite voi! Quest’anno sarete contenti, una festa in meno.. O forse anche due!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *