Comune di Assisi: “Ma quali dimissioni! Basta fake news, così si nuoce all’intera Città”.

“Una fake news, una bufala talmente evidente nella sua falsità da dimostrare la pervicacia con la quale questa Amministrazione viene sistematicamente attaccata da alcuni media locali”

 Così il Sindaco di Assisi Stefania Proietti commenta l’articolo apparso oggi su un giornale locale circa l’ipotesi (totalmente inventata) di dimissioni dell’Assessore Italo Rota. Nell’articolo viene addirittura citata una “smentita” delle “ipotetiche” dimissioni di Rota da parte dell’Assessore Eugenio Guarducci; smentita che secondo l’articolo sarebbe stata pronunciata durante la conferenza stampa di presentazione del Natale ad Assisi.

“Peccato che a quella conferenza stampa -chiarisce oggi il Sindaco- fossero presenti, oltre a noi e all’autrice dell’articolo, numerosi giornalisti e operatori turistici, testimoni del fatto che nella forma e nella sostanza quanto riporta l’articolo è completamente inventato”.

 “Questa sistematicità negli attacchi mediatici appare strumentale ad un’azione politica. Ci chiedevamo da tempo -e come noi la maggior parte dei cittadini e degli operatori del settore turistico-  perché  venissero dedicate pagine e pagine a “incuria” e “degrado” -magari fotografando ad arte un rifiuto in terra- in una Città dove invece il riscontro di turisti e visitatori è totalmente opposto. Quanto accade oggi ci pare un’evidente risposta”.

 “Si tratta di campagne mediatiche che non rappresentano la realtà e che sono lesive dell’immagine dell’intera Città sotto gli occhi di tutti, in un momento decisivo per il rilancio e la ripartenza del nostro territorio, dopo gli incalcolabili danni indiretti del terremoto. Anche se non siamo soliti rispondere alle polemiche –conclude il Sindaco- la nostra guerra alle fake news continua sui nostri canali di comunicazione ufficiali, nell’interesse che ai cittadini arrivino le informazioni vere e davvero utili alla Città.

 

18/10/2017

Ufficio stampa Comune di Assisi

Articolo letto 26 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *