Istruzione – Offerta Formativa, il Consiglio provinciale approva la proposta del Piano. L’ultima parola spetta a USR e Regione.

Perugia, 14 novembre ’17 – Il Consiglio provinciale di Perugia approva la proposta di Piano dell’Offerta Formativa per l’anno scolastico 2018/2019.

Ora vediamo, nel dettaglio, per ciascun territorio coinvolto quale è stato il parere della Provincia di Perugia in materia approvato dall’assemblea.

Per Gualdo Tadino il consigliere Massimiliano Presciutti ha formulato un emendamento alla delibera, che è stato approvato all’unanimità, in cui si propone di “accogliere la proposta dell’istituzione di un indirizzo professionale “Servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, presso l’I.I.S. Raffaele Casimiri. La proposta è stata accolta perché in linea con quanto previsto dalla normativa nazionale volta al rafforzamento dell’offerta professionale nei territori. “La richiesta, infatti – si legge nel testo della delibera – riguarda un indirizzo professionale e quindi non andrebbe a sovrapporsi a quello analogo a indirizzo tecnologico presente nello stesso ambito territoriale. Questa richiesta – prosegue il documento – si colloca in un programma complessivo di rafforzamento di un Polo Professionale nell’ottica di una rivisitazione complessiva dell’offerta formativa sul territorio tramite l’attivazione, nell’immediato, di un Tavolo tecnico istituzionale con tutti i soggetti coinvolti.

Un’altra proposta, giudicata ammissibile, riguarda l’istituzione dell’indirizzo tecnologico di “Grafica e Comunicazione” in sostituzione del corso C.A.T. (Costruzioni, Ambiente e Territorio).

A Spoleto è stata giudicata ammissibile la richiesta di istituire, a partire dall’a.s. 2018/19 di una nuova sezione della scuola dell’infanzia a indirizzo montessoriano presso il 1° Circolo Didattico  di Spoleto. Il progetto prevede, inoltre, l’istituzione di una sezione a indirizzo monetssoriano per la scuola primaria in data da definire in relazione al reperimento di locali adeguati.  Questa richiesta è stata promossa dall’Associazione “Progetto Montessori”che ha raccolto già l’adesione di molto genitori interessati ad iscrivere i propri figli a partire dal prossimo anno scolastico.

A Città di Castello il Polo Tecnico Franchetti – Salviani ha richiesto di sostituire l’attuale articolazione “Sistemi Informativi Aziendali” (SIA) dell’indirizzo formativo “Amministrazione, finanza e marketing”, che non ha avuto iscritti nel biennio scolastico 2016/17 e 2017/18, con quella “Relazioni Internazionali per il Marketing (RIA).

Mentre è stata ritenuta non ammissibile, perché pervenuta fuori termine e priva dei requisiti formali richiesti (parere preventivo USR) la richiesta del Convitto Nazionale Principe di Napoli di Assisi riguardo l’istituzione di nuovi indirizzi formativi: Liceo Sportivo, Liceo Musicale – Coreutica.

Invece, per quanto riguarda la rivalutazione, per l’a.s. 2018/19, della richiesta del Liceo Scientifico “G. Marconi” di Foligno di attivare l’indirizzo internazionale con opzione lingua inglese, prevista nel Piano regionale 2017-2018,  la decisione è stata rinviata al Miur e USR.

Il Piano dell’Offerta formativa insieme a quello riguardante il dimensionamento scolastico approvato dalla Conferenza provinciale dei Sindaci lo scorso 9 novembre passeranno ora al vaglio dell’USR e della Regione Umbria.

 

 

Agenzia quotidiana di informazione a cura della Redazione Stampa

Servizio Affari Generali della Provincia di Perugia

Articolo letto 10 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *