Antonio Lunghi: “Plauso al sostegno del Consigliere Luigi Bastianini alla nostra Mozione”.

 

Abbiamo accolto con favore il sostegno del Consigliere Comunale Luigi Bastianini alla nostra proposta di inserire nel prossimo Bilancio di previsione 2018 tre opere pubbliche e precisamente:
1) La rotatoria di Viale Matteotti/Via Lazzari/Via Stradetta in Petrignano;
2) Il Parcheggio a servizio della scuola materna ed elementare di Rivotorto;
3) La riqualificazione della pavimentazione del tratto di strada antistante la Basilica di Santa Maria degli Angeli (Via Patrono d’Italia).”
Il Bilancio di previsione 2018, entro il 28 Febbraio 2018, dovrà essere portato in Consiglio Comunale e la Giunta dovrà approvarlo entro la fine di Gennaio.
È nella facoltà dei Consiglieri Comunali fare degli emendamenti a questo; emendamenti che non vengono quasi mai accolti, soprattutto perchè non presentati in tempo utile per i necessari adempimenti amministrativi.
Abbiamo pensato quindi di anticiparli proponendo tre interventi che sono alla portata delle casse dell’Amministrazione.
“C’é bisogno di una gigantesca opera di rammendo e ci vogliono delle idee” afferma Renzo Piano in una bella intervista al Sole 24 ore proprio sul tema delle periferie urbane.
Questo termine è stato anche utilizzato dall’Assessore all’Urbanistica Italo Rota, nell’unico Consiglio Comunale in cui si è presentato: è una sfida che gli lanciamo.
“Rammendo” nella nostra tradizione significa ricucire un tessuto senza creare una “toppa” e quindi rispettando in maniera discreta i luoghi.
Sono interventi fortemente voluti dalle tre frazioni di S. Maria degli Angeli, Petrignano e Rivotorto che rappresentano anche le frazioni più importanti del nostro Comune, dopo la città di Assisi, e pongono una parola fine ad una situazione di disagio urbano.
Certamente il rifacimento del tratto di strada in sanpietrini di porfido a S. Maria degli Angeli è un intervento che farà discutere, che farà rinverdire polemiche e dispute che hanno caratterizzato la vita della nostra frazione in questi ultimi venti anni.
L’idea che ha spinto la riqualificazione della strada, voluta fortemente dal già Sindaco Giorgio Bartolini, era giusta ma il lavoro non è stato all’altezza.
Dobbiamo chiudere questo capitolo ed andare ad una soluzione seria del problema che preveda anche una parziale pedonalizzazione di questo tratto di strada, oggi possibile ma non possibile ai tempi in cui è stata realizzata.
Ed anche se la strada sarà pedonalizzata questa deve consentire l’accesso anche ai mezzi pesanti quali per esempio il trasporto pubblico ed altro.
Al di là di quello che sarà il nostro voto sul Bilancio 2018, che giudicheremo al momento della sua presentazione, riteniamo che questi tre interventi debbano essere portati avanti in maniera prioritaria.
Antonio Lunghi

Articolo letto 15 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *