Il circolo Fortini e Oicos aprono l’anno 2018 con Il cibo nell’arte.

Varato il calendario delle interessati attività delle associazioni Fortini-Oicos del mese di gennaio.

 

Si inizia sabato 13, alle ore 17  con l’incontro Il cibo nell’arte, 2018 Anno del Cibo Italiano recependo le iniziative dei Ministeri dei Beni Culturali e dell’Agricoltura

Paola Mercurelli Salari parlerà delle iniziative ed attività del Mibact

 ed Enrico Sciamanna de: Il cibo nell’arte, dalla preistoria ai giorni nostri .…. passando per Assisi”

 

L’appuntamento Il cibo nell’arte ideato da Società Fortini e Oicos riflessioni recepisce la dichiarazione dei Ministeri dei Beni Culturali e dell’Agricoltura dell’anno 2018, è più specificamente del mese di gennaio, come anno del Cibo Italiano. Nasce inoltre all’interno di una programmazione di incontri strutturati secondo cicli tematici: Beni culturali ed ambientali è quello in cui si colloca questo primo appuntamento.

 

Nel seguire alcuni filoni di interesse di recenti dibattiti culturali cittadini, ci si è posti nell’ottica di osservare cosa stesse accadendo e cosa si proponeva in altri ambiti. Si è rivolto lo sguardo alle iniziative del Mibcat, alle giornate dedicate di Onu e Unesco, Miur, Regione Umbria, alle ricorrenze e festività in uso in altre culture e religioni pur presenti nel comprensorio assisano, nell’intento di arricchire l’ambiente culturale di nuovi elementi degni di attenzione.

Recepire e assecondare le iniziative già da altri pensate e varate, soprattutto se provenienti da tali istituzioni, offre, secondo le due associazioni, maggior forza e sinergia a chi vuole operare socialmente nei contesti urbani, allontanandosi dal mito di un’autarchia creativa, culturale e progettuale.

 

Già dall’ottobre 2016 il Mibact ha varato la campagna ”Caccia la tesoro nei Musei” che consiste nell’invitare i visitatori a fotografare le opere o loro particolari rispondenti al tema che viene lanciato ogni mese (a dicembre 2017 era Il mito nell’arte) e a diffondere le immagini nei social media ( Instagram @museitaliani, #gennaio/altri mesi/almeseo ecc..)

 

Nel caso in questione, la proposta congiunta di Mibact e Ministero dell’agricoltura offre, un’ulteriore possibilità di formidabile declinazione locale su cui potrebbero convergere gli svariati operatori culturali presenti in città fino a coinvolgere, chi e cosa con il tema Cibo abbia una sua attinenza: artisti e artigiani locali, imprese della ristorazione e dell’accoglienza, luoghi e territori dell’agricoltura, scuole.

 

Dal punto di vista culturale l’idea di Caccia al tesoro, viene accolta con grande favore perché pone l’ambiente residenziale che ci circonda, sotto la luce monotematica dei temi mensili, invita il grande pubblico ad oltrepassare la soglia dello sguardo distratto e superficiale per entrare nella specificità del particolare, nella dimensione della ricerca, per accedere a più approfonditi livelli di conoscenza e attenzione.

Auspichiamo che si possa a breve concretizzare questa proposta, rispondendo all’invito di condivisione dell’idea che rivolgiamo a chi opera nel culturale.

 

I prossimi appuntamenti

  • Sabato 21 gennaio:Viaggio in Valnerina con Vittoria Garibaldi, intervengono Riccardo Regi (vicedirettore Corriere dell’Umbria). Ciclo Beni ambientali e paesaggistici

·         Venerdì 26 gennaio: Eventi, cultura, turismo e impatto economico con Cecilia Chirieleison (docente Economia Aziendale, Università di Perugia) con il patrocinio di Confcommercio, Confesercenti, CNA, Confartigianato. Ciclo Cultura, Economia, Turismo

  • Sabato 27 gennaio: Il Metastasio, il teatro di Assisi. Presentazione tesi di laurea di

Fulvia Angeletti: Il teatro Metastasio di Assisi dal 1840 al 1861

Stefano Frascarelli: La problematica degli spazi aggregativi nei centri storici urbani. Il caso Assisi ed il Teatro Metastasio. Cicli Tesi di Laurea e Incontri sul teatro

 

TUTTE LE INFORMAZIONI SU WWW.OICOSRIFLESSIONI.IT

09/01/2018

Francesco Venturi

Articolo letto 30 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *