In partenza una lunga trasferta per i Block Devils!

– Allenamento pomeridiano per i bianconeri, poi trittico fuori casa consecutivo con Milano, Monza e Roeselare. Perugia ci arriva da capolista e con i sei punti presi nel 2018 nel doppio turno al PalaEvangelisti con Veorna e Piacenza –

PERUGIA – “Prima di partire per un lungo viaggio…” non è solo la bellissima canzone di Irene Grandi. È anche questo lunedì per la Sir Safety Conad Perugia in partenza domani alla volta di Busto Arsizio, prima tappa appunto di un lungo viaggio che passerà per Monza e che proseguirà poi per Roeselare prima del ritorno a Perugia mercoledì della prossima settimana.

Non ci sono pause nella stagione dei Block Devils che, dopo il doppio turno casalingo vittorioso di giovedì 4 e di ieri contro Verona e Piacenza, sono già oggi al PalaEvangelisti per una seduta di lavoro in vista della tripla trasferta con Milano (mercoledì) e Monza (sabato) in Superlega e chiusura con il Roeselare in Champions League.

Ci sarà un clima positivo oggi dalle parti di Pian di Massiano perché Perugia, anche ieri sera, ha confermato il primo posto in classifica inanellando la quattordicesima vittoria in campionato su sedici giornate. Lo ha fatto non giocando certo la miglior gara stagionale, lo ha fatto però al tempo stesso dimostrando una robustezza tecnica e mentale che le ha consentito, al netto di alcuni alti e bassi durante il match, di portare lo stesso a casa i tre punti. E Lorenzo Bernardi lo conferma:

“Ci prendiamo assolutamente questi tre punti che sono ottimi! Al tempo stesso dobbiamo analizzare alcune cose perché ieri abbiamo avuto dei momenti di confusione, sprecando alcune opportunità che ci eravamo guadagnati in fase break, e ci abbiamo messo un bel po’ ad entrare completamente in partita. Situazioni che dipendono dall’approccio mentale e nelle prossime partite avremo bisogno di entrare in campo in modo differente perché andremo su tre campi molto insidiosi e dobbiamo stare molto attenti”.

A tirar fuori le castagne dal fuoco per i bianconeri sono state le tante qualità degli interpreti in campo. Uno di questi, Aleksandar Atanasijevic (21 punti con 4 ace contro Piacenza), concorda con la tesi del suo coach:

“Era troppo importante portare a casa i tre punti e c’è di buono che siamo rimasti sempre attaccati al match e siamo riusciti a vincere contro una squadra forte come Piacenza pur non giocando al top. È però sicuro che possiamo giocare molto molto meglio e quindi dobbiamo lavorare a testa bassa ed alzare il nostro livello di gioco perché tra venti giorni di sono le finali di Coppa Italia”.

Prima della Final Four di Bari del 27 e 28 gennaio Perugia ha ancora quattro appuntamenti ufficiali (il 21 gennaio c’è la partita casalinga contro Sora) ed il miglior modo per avvicinarsi all’evento pugliese e ragionare day by day, dando la massima importanza ad ogni singola gara che è oltretutto il momento migliore per crescere dal punto di vista tecnico. Cominciando da mercoledì e dalla sfida con la Revivre Milano.

08/01/2018

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY CONAD PERUGIA

Articolo letto 6 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *