Sede del Comitato elettorale di LIBERI e UGUALI di Cannara, a meno di un mese dall’inaugurazione rubato il simbolo del movimento politico.

A nemmeno un mese dall’inaugurazione, avvenuta alla presenza del segretario di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni, la sede del comitato elettorale di LIBERI e UGUALI di Cannara è stata oggetto di un atto di violenza antidemocratica.

Nella notte tra venerdì 9 e sabato 10 febbraio, infatti, qualche ignoto fascistoide ha divelto e rubato il simbolo del nostro movimento politico, che era situato accanto al portone di ingresso della sede. Si tratta del primo atto di questa natura verificatosi a Cannara nei confronti di una forza politica, per lo meno negli ultimi trenta anni.

LeU di Cannara si dicono preoccupati non tanto del singolo episodio, che di certo non farà che rafforzare l’impegno dei militanti nel diffondere i propri contenuti programmatici in questa campagna elettorale, quanto per il suo inscriversi all’interno di un clima di intolleranza e di rancorosa avversione verso la diversità dei punti di vista, culturali prima che politici, che si sta manifestando in tutta Italia. Proprio per questo, LeU intendono informare le locali forze dell’ordine per non minimizzare l’accaduto e per tenere alta l’attenzione da parte di tutti.

 

Cannara, 12/02/2018

p. LIBERI E UGUALI – Cannara

Fabiano Ortolani

Articolo letto 40 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *