Un meraviglioso PalaEvangelisti! Atanasijevic: “Avevo la pelle d’oca!”

È dolce la domenica di Perugia che, dopo il successo di ieri sulla Lube, ci gode la vetta a +7 proprio dai marchigiani. Fondamentale il ruolo recitato dal pubblico ed obiettivo primo posto in Superlega più vicino anche se capitan De Cecco invita a tenere alta la guardia: “Abbiamo ancora tanto da fare, sicuramente il +7 ci dà un pizzico di respiro ma non dobbiamo mollare, sarebbe un grosso errore” –

 

PERUGIA – Domenica di relax e di grande soddisfazione per la Sir Safety Conad Perugia.

Che sabato sera quello passato ieri al PalaEvangelisti! Ci sono ancora, a ventiquattro ore di distanza, le vibrazioni forti del grande spettacolo visto ieri a Pian di Massiano, della grande pallavolo offerta da Perugia e Civitanova, della splendida ed importantissima vittoria dei Block Devils nel big match della nona di ritorno che ha portato a sette i punti di vantaggio dei bianconeri in classifica, dei quattromila e più che hanno assiepato le gradinate del palasport cittadino creando un ambiente pazzesco e coinvolgente.

Alla fine pubblico in visibilio ed abbraccio virtuale (ma non solo) dei Sirmaniaci e di tutti i presenti con i propri ragazzi capaci di sconfiggere per la quarta volta in stagione la Lube e di mettere un mattone importante, anche se ancora non definitivo, sulla vittoria della regular season.

Sette i punti di vantaggio di Perugia su Civitanova a quattro giornate dalla fine della stagione regolare. Un margine importante a patto che la squadra non molli di un centimetro per lavoro, concentrazione ed abnegazione in palestra. Lo dice chiaramente il capitano bianconero Luciano De Cecco:

“Adesso abbiamo forse più pressione di prima”, commenta il regista argentino. “Abbiamo ancora tanto da fare, sicuramente il +7 ci dà un pizzico di respiro ma non dobbiamo mollare, sarebbe un grosso errore”.

De Cecco parla del match di ieri:

“Sugli spalti è stato un grande spettacolo e si meritava una partita del genere. Civitanova è partita molto forte, noi abbiamo un po’ subito nel primo set come a Bari (in finale di Coppa Italia, ndr), però non abbiamo mai mollato, abbiamo tenuto e siamo riusciti a spuntarla di squadra”.

Ad immolarsi in seconda linea ed a tirar su palloni su palloni in difesa ci ha pensato l’Mvp Massimo Colaci, un vero baluardo per Perugia:

“Mi sono divertito un sacco”, dice il libero anche della nazionale italiana. “C’era un casino incredibile al palazzetto, dei tifosi fantastici ed è stato bellissimo. La nostra prestazione? Contro la Lube se non giochi ad altissimo livello prendi un 3-0 e torni a casa. Ma noi abbiamo giocato con carattere ed anche un’ottima pallavolo in tutti i fondamentali”.

E se i Block Devils ci hanno messo carattere, tecnica e cuore, il PalaEvangelisti non è stato da meno. Tifo incessante e continuo da parte di tutto il palasport. Sentite in proposito Aleksandar Atanasijevic:

“Era impossibile perdere di fronte ad un pubblico del genere, ho avuto la pelle d’oca dal primo all’ultimo punto”.

E forse è proprio questo il segreto attuale di Perugia: squadra ed ambiente che si completano alla perfezione. La strada è giusta, ma è ancora lunga ed i Block Devils devono continuare a percorrerla tutti insieme.

11/02/2018

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY CONAD PERUGIA

Articolo letto 10 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *