Cannara – Elezioni politiche, il Pd riparte da qui in vista delle elezioni amministrative.

Il Partito democratico di Cannara non può esimersi dall’analizzare un risultato elettorale che dimostra il permanere di un malcontento rispetto ad un’azione di governo che, nonostante le iniziative, i progetti e le riforme messe in campo, non è riuscita a rispondere appieno ai problemi e i bisogni dei cittadini. Basti ricordare gli obiettivi centrati in tema di crescita, l’incremento dei posti di lavoro, i diritti civili,  il sostegno ai redditi più bassi, tutte misure che hanno contribuito a migliorare il paese rispetto a come ci era stato consegnato dal centrodestra cinque anni fa, ma che non siamo riusciti a spiegare in maniera chiara e adeguata.

Con il voto gli elettori hanno voluto richiamare ancora l’attenzione sulle emergenze della disoccupazione, della sicurezza e del disagio sociale. Questa volta lo hanno fatto penalizzando il Partito Democratico che, in quanto partito di governo, si assume tutta la responsabilità del risultato elettorale, consapevole che proprio da qui occorre ripartire, dalla  chiarezza del messaggio con la quale si sono espressi i cittadini, sia di coloro che hanno bocciato il PD, che sono lo stimolo democratico al miglioramento, sia di chi ha riconfermato il proprio consenso e rinnovato la fiducia, che rappresentano la forza da non deludere.

A Cannara i risultati non si sottraggono al trend nazionale. Il Partito democratico perde consenso, lasciando sul campo un centinaio di voti rispetto alle regionali del 2015, pur essendo in linea con la percentuale regionale del 2018 superiore di circa 7 punti su quella nazionale.

Un risultato comunque importante, che ci vede secondo partito, e per il quale si ringrazia tutto l’elettorato che ha saputo riconoscere ed apprezzare l’impegno costante del governo per uscire dagli anni di crisi e riavviare un percorso di crescita per il paese, ma il trend nazionale e il posizionamento locale del partito, rispetto al Movimento 5 stelle e al centrodestra a trazione leghista, dimostrano che quanto è stato finora fatto non è sufficiente, è ancora poco, non risponde alle sofferenze e preoccupazioni di vaste aree della società. Con questa consapevolezza il partito Democratico dovrà moltiplicare gli sforzi e accrescere l’impegno e lavorare per costruire risposte serie con equilibrio e competenza, perchè il riconoscimento e l’assunzione di responsabilità è apprezzabile ma di per sè non basta, occorre una rinnovata attenzione ai territori e un lavoro capillare, ricominciando dalle base del partito, da quella gente comune che è l’ossatura del nostro paese e che oggi, per gran parte, dimostra di essere delusa e indignata.

La prima sfida sono le prossime elezioni amministrative a Cannara, cui approcciarsi con rispetto, riprendendo le fila di un dialogo con tutti i cittadini, sapendo di non avere ricette miracolistiche e illusorie, ma la volontà di costruire una proposta seria e credibile, oltre che inclusiva e partecipata per scardinare il vento del populismo che sembra soffiare anche sulla nostra Umbria.

12/03/2018

PD Cannara

Articolo letto 38 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *