Expo Casa in dirittura d’arrivo. La grande esposizione termina domenica 11.

Expo Casa sta per finire. A Umbriafiere è ancora possibile visitare l’esposizione, con i suoi 24.000 metri quadrati, 8 saloni, 10 aree tematiche e 500 stand. Lo slogan della XXXVI edizione, LESS THINGS, MORE LINKS: per abitare dovunque e comunque, è stato pensato dall’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia (Paolo Belardi e Simone Bori) per superare l’idea stereotipata della casa tradizionale e lasciarsi affascinare dalle sfide che attendono i progettisti nei prossimi anni, con particolare riferimento al carattere nomade del vivere moderno e alla resilienza di case e abitanti. I tanti visitatori hanno così trovato un’esposizione sempre più accattivante, innovativa e rivolta al futuro.  

In Umbria  spiega Aldo Amoni, Presidente di Epta Confcommercio Umbria – la nostra manifestazione ha fatto la storia per oltre tre decenni nel campo di edilizia, energie rinnovabili e arredamento e adesso vuole dare ancora di più. Stiamo trasportando i visitatori in un viaggio sempre più stimolante oltre i confini della casa e dell’abitare, accompagnati da grandi esperti di settore e personalità di rilievo della cultura, che animeranno il fitto calendario di appuntamenti di Piazza Tecla, il cuore della manifestazione. Qui il pubblico ha trovato un programma culturale ricco e stimolante in cui sono intervenute case madri, artisti, designer, illustri operatori e professionisti.

Piazza Tecla dà ancora una volta appuntamento ai visitatori con tre interessanti appuntamenti a chiusura dell’edizione. Si comincia alle ore 10.00 con Abitare l’emergenza, a cura dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia. Durante l’incontro interverranno Elisabetta Furin e Francesco Paretti insieme agli studenti del corso di Fashion Design della Scuola di Progettazione artistica per l’impresa e verrà presentato lo speciale magazine Riflesso Emergenze con Carlo Timio. Alle 14.30 è la volta di Accessibilità, colori e creatività, incontro-intervista con l’architetto e pubblicista Daniele Orlandi, conduce la scrittrice Isabella Caporaletti. È previsto il servizio di interpretariato LIS. A chiudere il calendario di appuntamenti sarà Abitare dovunque e comunque, l’appuntamento delle 16.00 a cura di ABAPG, con il patrocinio dell’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Perugia e con la partecipazione di Caroli & Mailard (Milano), Giuseppe Cardoni (Perugia), Anna Fabrizi (Bologna), Luigi Loretoni (Terni); Sofia Menconero (Perugia), Daniele Vita (Catania), Giuseppe Vitale (Milano) e Lorenzo Chiuchiù (OICOS Riflessioni). Interviene anche Iacopo Pasqui (Pescara) che firma anche la splendida mostra fotografica Wath’s Next? presente nel padiglione d’ingresso di Expo Casa.

La casa è per tutti noi un luogo importantissimo, dove viviamo, festeggiamo e ci rigeneriamo, e le opzioni per crearla sono pressoché infinite. Riuscire a trovare ispirazione, qualità ed esperti su cui contare non è semplice, per questo Expo Casa si impegna per fare la differenza e aiutare a trovare le soluzioni perfette per noi. Le nostre case hanno valore, e Expo Casa dà grande valore alle nostre case.

Per programmare la propria visita, anche quest’ultimo giorno d’evento, è possibile scaricare la nuovissima app di Expo Casa. Basta andare su www.ubi-co.com e scaricarla. Per restare aggiornati potete anche visitare il sito: www.expo-casa.com e la pagina facebook: @expocasaitalia

 10/03/2018

Ufficio comunicazione Epta Confcommercio Umbria

Articolo letto 8 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *