L’Umbria Fa’ la cosa giusta, apre i cancelli la fiera del consumo consapevole. Oltre 200 eventi in tre giorni e tanti stand. Molte le novità umbre.

Si parte con oltre 400 studenti. Taglio del nastro alle 11 con Fernanda Cecchini

Taglio del nastro previsto alle 11 alla presenza di Fernanda Cecchini, assessore alle Politiche agricole e agroalimentari, Tutela e valorizzazione ambiente Regione Umbria.

Lquinta edizione di Fa’ la cosa giusta! Umbria è pronta a stupire, incuriosire e stimolare il pubblico dei consumatori umbri. Tante le novità e le eccellenze della nuova economia italiana e umbra presenti in fiera. Diversi i prodotti, in tutti i settori del vivere quotidiano, dall’abbigliamento alla cosmesi, dai servizi al food. A Fa’ la cosa giusta! Umbria, fiera del consumo consapevole, in programma all’Umbriafiere dal 12 al 14 ottobre, ci sarà uno spaccato delle nuove imprese italiane innovative e sostenibili.

Protagonisti del venerdì mattina saranno, come da tradizione, gli studenti e le studentesse dell’Umbria. Oltre 400 arriveranno a Bastia per partecipare ai laboratori e agli incontri riservati alle scuole. E come per le scorse edizioni la Regione Umbria sarà presente con due spazi. L’area salute e benessere: “la sanità umbra ti ascolta, ti risponde e… ti invita” che prevede una serie di incontri ed eventi per informare i cittadini, in maniera accessibile, su tematiche di grande rilievo per la salute e il benessere, come gli screening offerti dalla Regione Umbria per la prevenzione del cancro della mammella, della cervice uterina e del colon retto, il nuovo screening per la prevenzione del rischio cardiovascolare, le vaccinazioni infantili e quelle antinfluenzali, i corretti stili di vita, i rischi legati alle dipendenze da fumo, alcool, droga e gioco d’azzardo. 

Presente anche uno spazio dedicato all’Ambiente con la città sostenibile che riusa e ricicla. Ad attendere i visitatori ci sarà una vera e propria mostra interattiva, un’intera area pensata e realizzata secondo i modelli più innovatovi di sostenibilità, un luogo di informazione e confronto sui temi della riduzione e del riciclo di rifiuti. La Regione Umbria, con l’assessorato all’Agricoltura e all’Ambiente, sarà presente con uno stand innovativo dove i cittadini, attraverso una serie di installazioni, potranno toccare con mano le tecnologie intelligenti anti spreco e trovare soluzioni per il proprio vivere sostenibile.

PRODOTTI NUOVI ANCHE DALL’UMBRIA

 

Cannucce che si mangiano e non si buttano, microalghe super nutrienti e dal basso impatto ambientale, pellet per stufe e caldaie fatte con i fondi di caffè. E dall’Umbria: aziende agroalimentari di montagna che hanno deciso di non abbandonare i luoghi del terremoto, un’edicola che ha rilanciato un quartiere, il primo kit per autocostruirsi una borsa ecologica, ma anche un app per fare la spesa e un’altra per recuperare cibi in scadenza. E poi tante tante prelibatezze e novità della filiera agricola regionale, come l’hot dog di pesce del Trasimeno e il gustoso Cicotto di Grutti preparato con gli scarti del maiale da sole tre aziende nel borgo di Gualdo Cattaneo. 

 

Si tratta di imprese e realtà che raccontano piccole grandi rivoluzioni, idee di un business innovative che rappresentano una nuova e concreta via dello sviluppo economico.

Sono tante e arrivano da tutto il Paese, sono 250 le realtà presenti a Fà la cosa giusta! Umbria la mostra mercato dedicata al benessere e agli stili di vita sostenibili in programma dal 12 al 14 ottobre all’Umbriafiere di Bastia. L’esperienza del cocktail eco: le cannucce edibili di Sorbos realizzate con un’anima di zucchero ed amido di mais. Oltrecafé, la start up di Francesca Lovato, laureata in ingegneria ambientale, con la quale il pellet diventa 100% riciclato.

 

GAI, gruppo di acquisto ibrido. L’idea è semplice, l’obiettivo anche: applicare il concetto di gruppo di acquisto solidale alle vetture ibride, ovvero comprarne tante tutte insieme per spendere meno. Grazie ai vari accordi con le case automobilistiche e con i rivenditori, Toy Motor per l’Umbria. Saranno tante le realtà interessanti made in Umbria, oltre al gruppo Toy Motor, ci saranno le aziende Cia Umbria, e la filiera del bio con Aiab Umbria. Confcooperative presenterà in anteprima il nuovo hot dog di pesce del Trasimeno. Sarà presentata in anteprima un’altra idea umbra, quella di Angela Pitteri, che ha realizzato un kit per autocostruirsi una borsa con materiali ecologici. Ci sarà l’app BaSpesa, per le consegne a domicilio della spesa alimentare e la nuova idea dell’azienda umbra Recuperiamo che con la sua app combatte lo spreco alimentare a vantaggio di ristoranti e consumatori.

11/10/2018

Giorgio Vicario
Ufficio stampa Fa’ la cosa giusta! Umbria

Articolo letto 5 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *