Stefano Pastorelli sul caso degli atti vandalici a Venezia.

Nel caso degli atti vandalici a Venezia, dove il Leone è stato imbrattato con vernice rossa, è emerso che a compiere tale gesto sconsiderato, sono stati quattro ragazzi, due dei quali  sono Umbri, entrambi residenti in provincia di Perugia, di cui uno di Assisi ed uno di Cannara.. Lo riferisce un servizio della redazione di Venezia del TGR Veneto. Inoltre, entrambi i ragazzi sono universitari fuori sede che frequentano l’Accademia delle Belle Arti proprio a Venezia. Tutti e quattro sono stati denunciati per danneggiamento e imbrattamento di opere d’arte. La loro posizione sarà poi chiarita analizzando i filmati.
Non è nostra intenzione mettere alla gogna mediatica questi ragazzi, ne nostro compito giudicare.
Vogliamo però lanciare un’appello ai ragazzi in questione ed alle loro famiglie, ovvero chiedergli di impegnarsi Socialmente in modo volontario, presso la città di Venezia, per espiare ( se così possiamo dire) le proprie colpe.
Tale gesto, potrebbe in qualche modo rifondere la Comunità Veneziana per questa mancanza di rispetto.
Infondo quando si sbaglia, non c’è nulla da vergognarsi nel chiedere scusa.
02/10/2018
Stefano Pastorelli
Responsabile Comprensoriale LEGA

Articolo letto 40 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *