Edilizia bloccata a Petrignano per il mancato parere favorevole dell’ENAC.

Il Comune di Assisi deve ancora completare il piano di rischio per l’aeroporto San Francesco

 

Tutti i comuni adiacenti all’Aeroporto di Perugia – San Francesco hanno l’obbligo di presentare il proprio piano di rischio, che dev’essere poi approvato dall’ENAC, l’Ente Nazionale dell’Aviazione Civile.

Non si tratta di un passaggio puramente burocratico e privo di conseguenze negative, poiché il mancato parere favorevole da parte dell’ENAC impedisce al Comune di rilasciare qualsiasi autorizzazione per costruire, ristrutturare, ampliare, effettuare cambi d’uso e ogni altro permesso in materia edilizia, con grave danno a imprese e cittadini.

Il territorio di Assisi è particolarmente interessato a questa problematica, in quanto una larga fascia del nostro Comune (fascia C e D), comprendente tutta la zona artigianale e industriale e decine di abitazioni di Petrignano, è soggetta a questo vincolo aeroportuale. L’amministrazione di Bastia ha già provveduto a inviare la documentazione necessaria e ha ottenuto il parere favorevole al piano, mentre l’amministrazione di Assisi, dimostrando negligenza e menefreghismo, pur sollecitata di recente dall’ENAC, non ha ancora completato la procedura con l’invio del piano di rischio. È giunto il momento di rimediare a questo grave e intollerabile ritardo, che incide negativamente su un settore economico, e in particolare quello edilizio, che versa già in una situazione molto difficile. È stata presentata un’interpellanza sull’argomento da discutere in Consiglio Comunale e c’è da sperare che la giunta Proietti adotti i provvedimenti necessari.

 

12/11/2018

Giorgio Bartolini

Articolo letto 16 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *