Siamo Cannara: “Continua la linea antidemocratica del sindaco.”

Nell’ultimo Consiglio Comunale si è assistito nuovamente ad un atteggiamento di arroganza e di assoluta mancanza di ascolto delle istanze avanzate dalle minoranze.

E proprio in quella seduta, con l’approvazione dello strumento che regola il funzionamento del Consiglio Comunale, la maggioranza ha relegato la voce della minoranza, e l’apporto che essa può dare nelle scelte strategiche che riguardano tutta la comunità cannarese, ad un ruolo marginale, se non addirittura fastidioso e quindi da silenziare.

Dopo lo Statuto, Gareggia quindi modifica anche il Regolamento del Consiglio Comunale senza tener conto delle richieste e dei suggerimenti delle minoranze consiliari (che però sono maggioranza nel paese)

Inserisce la seconda norma “SALVA –GAREGGIA”: in pratica, sancisce (almeno per questa legislatura) la fine delle commissioni consiliari e lo fa semplicemente, come da lui candidamente ammesso, “per evitare che qualche consigliere utilizzi dei cavilli, come già fatto da me o da altri” per infastidire la maggioranza.

O forse, immaginandosi già sugli scranni del consiglio provinciale, temeva di dover impiegare il suo residuale tempo a discutere e a confrontarsi con le altre forze politiche cannaresi. Ma questa è la democrazia: ridurre gli spazi della discussione e chiudersi a riccio con la propria corte non aiuterà di certo la crescita del nostro paese!.

Certo Gareggia è abituato a fare l’uomo solo al comando essendo quasi esclusivamente l’unica voce della maggioranza che si ascolta nel Consiglio Comunale di Cannara.

Forse aspirava a trasferire questi suoi metodi in Provincia dove prima si è candidato come presidente, perdendo contro il Sindaco Bacchetta, e poi, alle elezioni di domenica scorsa, come consigliere provinciale dove è risultato non eletto.

Ci chiediamo: è veramente interessato al nostro paese? O Cannara è solo funzionale alla sua smodata ambizione politica?

Ora però gli rimane soltanto di fare il sindaco di Cannara; sono quasi cinque anni che amministra questo paese ed è ora che si assuma le sue responsabilità e faccia a tempo pieno ciò per cui ha chiesto la fiducia ai cannaresi.

 

07/02/2019

Siamo Cannara

Articolo letto 47 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *