Gli allevatori d’Italia si danno appuntamento in Umbria. Dal 29 al 31 marzo ad Agriumbria la più importante vetrina-mercato del settore.

Esposizioni, mercato con compravendita dei riproduttori, aste, gare di valutazione, analisi morfologiche. Ad Agriumbria, in programma dal 29 al 31 marzo, presso l’Umbriafiere di Bastia, si dà appuntamento il sistema italiano allevatori per la tre giorni più importante del settore.

La presenza della zootecnia ad Agriumbria, curata dall’A.R.A. – Associazione Regionale Allevatori dell’Umbria, dall’A.I.A. e dalle altre Associazioni dei Sistema Allevatori è uno dei piatti forte di una manifestazione che dopo aver celebrato lo scorso anno i suoi primi 50 anni continua con rinnovato entusiasmo e forte progettualità a rappresentare un punto di riferimento unico per le imprese di gran parte d’Italia. Infatti anche questa prossima edizione si preannuncia ricca di tantissime proposte, stimoli tecnici, economici e sociali di interesse non solamente degli addetti ai lavori ma di tanta gente che ritrova in Agriumbria uno spaccato dell’agricoltura, della zootecnia e dell’alimentazione italiana anche lo spirito della socialità insita nelle attività legate alla terra.

Negli ultimi anni, in particolare, grazie alla collaborazione stretta con l’A.I.A. (Associazione Italiana Allevatori), e le Associazioni nazionali di settore, Agriumbria è diventata il “Polo delle carni italiane” in quanto ospita le principali Mostre zootecniche a livello nazionale delle razze da carne con la presentazione dei migliori esemplari provenienti da tutta Italia e sviluppa, attraverso convegni ed altre iniziative, il tema del rapporto tra carne e alimentazione.

Tra le principali iniziative messe in campo quest’anno c’è forte attesa per la XXVIII Mostra Nazionale della Razza Romagnola e per la IX Mostra Interregionale della Razza Chianina, (sabato 30 e domenica 31 marzo) organizzata da ANABIC. Molto importanti le altre due nazionali: la XVI Mostra Nazionale della razza Limousine e la VIII Mostra Nazionale della razza Charollaise, organizzate da ANACLI. In programma anche la XXI Mostra Interregionale della Razza Frisona Italiana organizzata da ANAFI che richiama i migliori allevamenti di questa prestigiosa razza di bovini da latte del Centro-Sud d’Italia, che si terrà domenica 31 marzo;

 

Particolarmente interessante è la rassegna ITALIALLEVA delle razze italiane iscritte ai Libri Genealogici e Registri Anagrafici curata dall’A.I.A. e dalle varie Associazioni Nazionali di Razza e Specie (Bovini delle razze Pezzata Rossa, Piemontese, Marchigiana, Podolica e Maremmana e numerose razze di ovini, caprini, equini, asini e conigli).

L’ARA Umbria presenterà oltre 50 razze di animali di varie specie allevate in Umbria: una significativa rappresentanza dell’enorme ricchezza di biodiversità animale presente in Umbria e in Italia.

Nel corso dei tre giorni della manifestazione si svolgeranno anche l’Asta delle Manze Chianine (domenica 31 marzo); la Mostra Mercato dei Riproduttori maschi di Ovini della razza Sarda iscritti al Libro Genealogico curata da ASSONAPA (sabato 30 marzo); la Mostra Mercato del coniglio riproduttore iscritto a Registro Anagrafico curata dall’ANCI (venerdì, sabato e domenica). Interverranno in mostra varie delegazioni straniere di operatori interessati tra le quali alcuni allevatori provenienti dal Sud Africa, dall’Est Europa e dal Maghreb; la partecipazione di allevatori internazionali delle nostre razze rappresenta un elemento importante perché testimonia del loro status di etnie cosmopolite in grado di disimpegnarsi con successo a tutte le latitudini.

La domenica pomeriggio, come di consueto sarà dedicata alla parata finale dei primi classificati e alla proclamazione dei Campioni Assoluti della manifestazione e si concluderà nel ring della “Chianina” con le tradizionali gare riservate ai conduttori.

Anche quest’anno il Consorzio di Tutela del Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale, parteciperà ad Agriumbria per promuovere e far conoscere la qualità e le specificità della carne IGP Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale delle razze bovine tipiche Chianina, Marchigiana e Romagnola. Nello stand all’ingresso del padiglione 7si svolgeranno show-cooking e laboratori pratici.

22/03/2019

Giorgio Vicario

Ufficio stampa

Mg2 comunicazione – studio associato

Articolo letto 9 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *