“MADE GREEN IN UMBRIA” RICEVE AL VINITALY L’ETICHETTA DI SOSTENIBILITA’ “VIVA”.

Made Green in Umbria al Vinitaly

Nato nel cuore verde d’Italia, grazie al partenariato tra l’Azienda agricola Bianconi Susanna di Assisi e l’Azienda Famiglia Cotarella di Montecchio, il progetto pilota di sperimentazione “Made Green Umbria” è approdato al Vinitaly, dove sono stati presentati agli esperti del settore gli importanti risultati raggiunti in seguito alla ricerca effettuata sul campo.

Lo studio ha posto in essere iniziative concrete per misurare, monitorare e migliorare le prestazioni ambientali delle aziende vitivinicole e sviluppare linee guida e buone pratiche per l’economia circolare.
L’evento conclusivo si è tenuto proprio in occasione della più grande manifestazione dedicata al mondo del vino: stakeholders e visitatori hanno potuto conoscere così i risultati finali e le performance ambientali dei prodotti.

“Made Green Umbria”, cofinanziato dal Piano di Sviluppo Rurale dell’Umbria nell’ambito della Misura 16.2.2, ha reso noti gli step di ricerca nel corso di altri due convegni tenutisi nelle rispettive cantine, fino ad arrivare al momento conclusivo, che ha visto la partecipazione anche di un rappresentante del Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare, che ha consegnato la certificazione e l’etichetta “VIVA – La Sostenibilità del Vino”, sia per la vendita nel mercato italiano che per l’export. La certificazione attesta il percorso compiuto implementando un sistema di indicatori innovativo ed efficiente composto da: ARIA (impatto che la produzione di una bottiglia di vino ha sul cambiamento climatico); ACQUA (volume totale di acqua consumata in vigneto e in cantina); VIGNETO (valutazione dei rischi ambientali derivanti dalla gestione agronomica dello stesso) e TERRITORIO (sensibilizzazione dei produttori su pratiche di sostenibilità integrando aspetti economici e sociali).
Il lavoro svolto dalle imprese, supportate dagli esperti di Green Innovation Srl di Assisi, è stato verificato dall’Ente terzo indipendente kiwa Cermet Italia S.p.A che ha permesso di ottenere così la certificazione VIVA.
Inoltre, per il vino “Recanto” dell’azienda Bianconi Susanna, si è proceduto alla valutazione e certificazione della PEF – Product Environmental Footprint sulla base dei risultati della ricerca europea (“The development of the PEF and OEF methods”). Questo ha consentito di raggiungere importanti risultati, tra cui la valutazione dell’impronta ambientale del vino; il primo confronto al mondo dei risultati della PEF del vino con i risultati degli indicatori VIVA sullo stesso prodotto; l’elaborazione e diffusione del “Protocollo della lotta ai cambiamenti climatici”(riduzione dei gas serra ed economia circolare per il vino); la prima sperimentazione al mondo delle nuove etichettature, attraverso dei test svolti all’interno di focus group in cui sono state presentate le etichette con le label PEF e VIVA, il marchio della Regione Umbria Green Heart Quality ed altri marchi ambientali.
E’ stata, infine, sperimentata la funzione di “etichetta parlante” per informare e sensibilizzare i cittadini sul tema della protezione dell’ambiente e la sostenibilità, attivabile avvicinando lo smartphone alle bottiglie di vino.

I risultati scientifici della ricerca svolta saranno presto fruibili da tutti gli interessati, poiché oggetto di una pubblicazione curata dalle dott.sse Federica Lunghi e Sara Rinaldi.

13/04/2019
Ufficio Stampa

Logo Creativi Associati

Creativi Associati di Paola Lunghi

Articolo letto 46 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *