SANITOPOLI UMBRIA, LA COALIZIONE CATIA DEGLI ESPOSTI SINDACO RINGRAZIA GLI INQUIRENTI: “SALUTE E LAVORO, DUE TEMI FONDAMENTALI SU CUI SERVE TRASPARENZA MA PER FORTUNA LA POLITICA NON E’ SOLO QUELLA CHE EMERGE DALLE CARTE DELL’INCHIESTA”.

L’inchiesta sulla Sanitopoli umbra per i presunti condizionamenti nei concorsi di assunzione all’Azienda ospedaliera di Perugia e alla Usl Umbria 1 hanno creato sconcerto e indignazione – per quanto emerso anche attraverso le intercettazioni pubblicate da molti organi di informazione – anche nella comunità bastiola.

Soprattutto perché toccano due temi fondamentali per i cittadini: la salute ed il lavoro. Due temi sui quali gli amministratori pubblici devono mostrare ancora più rigore e competenza, agendo in modo trasparente.

Temi sui quali si sta impegnando fortemente la coalizione per Catia Degli Esposti sindaco: una coalizione che rappresenta insieme un soggetto politico nuovo, composto dalla Lega e dalle due liste civiche Degli Esposti Sindaco e Insieme per Bastia, che ha trovato il principale terreno comune d’incontro proprio sull’importanza dei valori etici e politici, uniti alla grande voglia di dare alla città un’azione amministrativa leale, concreta e coraggiosa.

Con questo spirito, la coalizione per Catia Degli Esposti Sindaco ringrazia la Procura perugina e la Guardia di finanza per l’eccellente lavoro sin qui svolto, nel rispetto degli sviluppi che l’inchiesta potrà avere. “Continueremo a condurre – aggiungono i responsabili della coalizione – una campagna elettorale ispirata a questi nostri valori e concreta nella proposta, auspicando i recenti eventi che hanno coinvolti i vertici di un partito politico umbro non turbino il regolare svolgimento della competizione politica e che soprattutto non allontanino i cittadini bastioli ed umbri dalle urne. Non tutta la politica, per fortuna, è come viene mostrata nelle carte della Procura di Perugia”.

 

Bastia Umbra, 13 aprile 2019

 

Ufficio Stampa

Coalizione Catia Degli Esposti Sindaco

Articolo letto 101 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *