Lorenzo Fontana, il Ministro per la famiglia e le disabilità, incontra a Bastia Umbra il candidato sindaco Catia Degli Esposti.

Lorenzo Fontana il 31 maggio 2018 viene designato Ministro per la famiglia e le disabilità nel Governo Conte. Il 1º giugno dello stesso anno ha quindi prestato giuramento.

 

39 anni, leghista di ferro, è stato eletto la prima volta alla Camera dopo aver trascorso due mandati al Parlamento europeo. È autore di una teoria molto semplice: «Il nostro popolo è sotto attacco» a causa delle unioni omosessuali e delle migrazioni. Per questo, bisogna difenderlo con la battaglia di vita.

«Per la Lega Nord la famiglia è una sola: uomo, donna e figli».

 

 

«Siamo eroi», ha detto inoltre Fontana nel suo discorso all’Hotel Cristallo, «che combattiamo con gli strumenti della cultura, dello studio e dell’informazione veritiera e corretta una battaglia difficile e faticosa, ma che comunque condurrà alla vittoria». La teoria di Fontana è semplice, semplicissima: i «nostri popoli sono sotto attacco». «Da un lato l’indebolimento della famiglia e la lotta per i matrimoni gay e la teoria del gender nelle scuole, dall’altro l’immigrazione di massa che subiamo e la contestuale emigrazione dei nostri giovani all’estero. Sono tutte questioni interconnesse, perché questi fattori mirano a cancellare la nostra comunità e le nostre tradizioni. Il rischio è la cancellazione del nostro popolo». «Per proseguire con la nostra civiltà», ha continuato Fontana, «è necessario battersi  contro ogni tipo di famiglia non composta da uomo, donna e figli e contro la cosiddetta ideologia del gender». Il discorso del ministro ha spaziato poi anche su altri versanti quali le tasse, l’economia nazionale e internazionale, costruire un’Europa dei popoli e non finanziaria.

Alla serata erano presenti circa 200 persone per la soddisfazione e l’entusiasmo generato il candidato sindaco Catia Degli Esposti ed il candidato alle elezioni Europee Stefano Pastorelli.

 

 

22/05/2019

Terrenostre

Articolo letto 63 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *