Fabrizio Bertolini e Marcello Masci vincono il concorso per l’ideazione e la realizzazione dello “STENDARDO DEL PALIO 2019”.

Lunedì 10 giugno 2019, alle ore 18.30, presso la Sala Lavoro della Parrocchia di San Michele Arcangelo di Bastia Umbra, si è riunita la Giuria Tecnica del “Concorso per l’ideazione e realizzazione dello Stendardo del Palio 2019” composta dai seguenti undici membri:

 

  • Presidente dell’Ente Palio: Federica Moretti
  • Coordinatore del Palio: Alioscha Menghi
  • Capitani dei quattro Rioni: Giulia Belloni (Moncioveta), Gabriele Caseti (Portella), Simone Ridolfi (San Rocco) e Andrea Ciuchicchi (Sant’Angelo).
  • Artisti e professionisti qualificati: Giuliano Belloni, Maria Caldari, Gianluca Falcinelli e Carlo Fabio Petrignani.
  • Delegato del Consiglio Direttivo al coordinamento del concorso: Teresa Morettoni.

 

La Giuria Tecnica ha valutato gli elaborati degli artisti che hanno partecipato al concorso:

 

  • Davide Angelini di Bastia Umbra (PG)
  • Noemi Bellini Baldella di Ripa (PG)
  • Fabrizio Bertolini & Marcello Masci entrambi di Bastia Umbra (PG)
  • Donatella Bufaloni di Terni (TR)
  • Francesca Lia di Perugia (PG)
  • Francesca Ruiz De Ballesteros di Gualdo Tadino (PG)
  • Denise Scarponi di Bettona (PG)
  • Valentina Tordoni di Bastia Umbra (PG)
  • Francesco Valorosi di Palazzo d’Assisi (PG)

 

Dopo un’attenta e scrupolosa analisi delle opere degli artisti, la Giuria Tecnica ha decretato il vincitore di quest’edizione scegliendo l’opera del tandem Fabrizio Bertolini e Marcello Masci di Bastia Umbra

 

Federica Moretti, Presidente dell’Ente Palio e della Giuria Tecnica: “Siamo veramente entusiasti sia per la partecipazione che per la qualità artistica degli elaborati. Era da anni che non ricevevamo così tanti bozzetti; questo testimonia la crescita di immagine che il nostro amato Palio sta vivendo dentro e fuori Bastia Umbra. È stato davvero difficile decretare un vincitore, soprattutto perché tutte le opere che abbiamo ricevuto avevano caratteristiche uniche e creative.  Poi, per la prima volta, quest’anno è stata anche introdotta una Giuria Tecnica composta da componenti dell’Ente Palio e da artisti professionisti qualificati. Per questo motivo possiamo garantire che ogni opera è stata studiata e visionata in modo approfondito e meticoloso.”

 

Nel ringraziare tutti gli artisti che hanno partecipato al bando, l’Ente Palio si è congratulata con i vincitori del concorso ai quali verrà assegnato un premio pari a € 500,00.

Lo Stendardo degli artisti bastioli Fabrizio Bertolini e Marcello Masci sarà presentato durante la cerimonia ufficiale d’apertura del Palio 2019.

 

 

 

PALIO 2019 – DESCRIZIONE DELL’IMMAGINE DELLO STENDARDO REALIZZATO DA FABRIZIO BERTOLINI E MARCELLO MASCI

L’immagine, realizzata con la tecnica del disegno a sanguigna e del tratteggio, vuole essere un omaggio al genio poliedrico di Leonardo, nel cinquecentenario dalla morte.

Al centro dello stendardo è rappresentato l’Arcangelo guerriero San Michele che, scendendo, colpisce con la lancia il demonio e tiene a bada le forze oscure del male, raffigurato come un serpente dalle sembianze di drago.

Le ali sono tante linee di luce con i colori dei quattro rioni (blu, giallo, rosso, verde) e hanno origine dal flusso di forze creative popolari, rappresentate dalle linee colorate in basso. Alle spalle di San Michele si intravede la città di Bastia Umbra con alcuni dei monumenti più rappresentativi: le Chiese di San Michele e Santa Croce, lo stabilimento Petrini e il Conservone. Al centro si stagli il rosone che per metà richiama le forme geometriche di quello della Chiesa del Patrono, mentre per metà il disco solare, simbolo dell’Arcangelo che veglia sulla città. L’asta dello stendardo emerge fisicamente nel piano figurativo dandogli tridimensionalità e tracciando la dinamica traiettoria verticale della discesa dell’angelo. Sul lato sinistro la scritta “Palio de San Michele”, in alto il 57° dell’edizione e in basso l’anno 2019 con gli stendardi dei quattro rioni in ordine alfabetico.

 

SIMBOLOGIA:

San Michele scende volando sulla città, rappresenta il Bene e la fantasia che si sprigiona dalla festa. Egli è elemento di unificazione dei rionali che, pur divisi nella competizione, sono accomunati dallo spirito del Palio. Le ali sono le linee di energia creativa dei quattro rioni che trovano nella manifestazione il loro compimento. I rionali si riuniscono simbolicamente contro il Male, sono forze positive guidate dalla fantasia che domina la festa. Si sottolinea il legame con la città nella sua interezza; infatti alle spalle dell’Arcangelo si staglia lo skyline di Bastia: alla sinistra del Santo la chiesa di San Michele e Santa Croce, alla destra il profilo dello stabilimento Petrini e del Conservone: unione tra laico e religioso, tra antico e moderno. Un ruolo importante è svolto dall’asta dello stendardo, che diventa elemento attivo, trasformandosi nella lancia retta dal Santo con cui viene trafitto il Male. È parte integrante del Palio stesso e non più mero supporto. Questa funzione suggerisce l’orientamento dello stendardo stesso che ha una posizione leggermente obliqua.

 

TESSUTI E MATERIALI

Il disegno verrà realizzato su un tessuto a trama grezza color pergamena con eventuale supporto tessile superiore. Fondo in acrilico e colori idonei alla realizzazione su tessuto pur mantenendo le grafie e i toni del bozzetto.

 

TIPOLOGIA DI SUPPORTI

Asta porta stendardo realizzata in due materiali: acciaio inox lucido per la metà superiore; legno di faggio verniciato nella metà inferiore. Traversini in metallo nascosti da una tasca nel tessuto. Cordone in cotone nei colori rionali per il fissaggio dello stendardo.

 

PRESENTAZIONE DEGLI ARTISTI

Il bozzetto è stato realizzato da Fabrizio Bertolini e Marcello Masci, residenti entrambi a Bastia Umbra.

 

FABRIZIO BERTOLINI: laureato in architettura degli Interni presso La Sapienza di Roma. Esercita la libera professione negli ambiti dell’architettura e del design di interni. L’arte visiva è uno dei suoi principali interessi, ha partecipato a numerose mostre e importanti iniziative pubbliche e private in Umbria con opere pittoriche, plastiche ed installazioni orientate alla sperimentazione.

Tra di esse ne ricordiamo alcune:

Neoevo: Corciano (1989); Artisti di Bastia Umbra (2003); Il Grigio e il Rosso – Bastia Umbra (2003); Ristoranti & Artisti – Assisi (2004-2005); Artisti per la pace – Bastia Umbra (2005); Cambio festival di Palazzo di Assisi (2005); Le visioni e la memoria – Assisi (2005); Libera l’arte – Assisi (2007); 35 finestrelle d’arte – Bastia Umbra 2007); …Dei vostri sensi – Bastia Umbra (2007); Se parlare d’arte – Bastia Umbra (2007); Sedie d’autore – Bastia Umbra (2008); 40×40 autoritratti come pretesti – Bastia Umbra (2009); Rep Art – Bastia Umbra (2011); Caravanserraglio – Assisi (2011); PostcArts – Assisi edizioni del 2013, 2014, 2015; Alberi d’autore – Assisi (2014); Difendiamo Gaia – Bastia Umbra (2014); Cinque nel vicolo, percorsi creativi in mostra – Bastia Umbra (2015); Eti-camente 37 etichette d’autore – Assisi (2015); Tavoli d’autore presso il Baccanale di Assisi (2017); Eterogenea – Presso l’Auditorium Sant’Angelo di Bastia Umbra (2018).

Ha partecipato a numerose edizioni del Palio per il Rione Portella realizzando i progetti e le strutture di numerose scenografie mobili e fisse.

 

MARCELLO MASCI: diplomato presso l’istituto tecnico commerciale R.Bonghi, attualmente impiegato presso la BPR di Bastia Umbra.

Appassionato di grafica e comunicazione, ha realizzato manifesti e pubblicistica per associazioni culturali e organizzazioni politiche; ha curato l’impaginazione di alcuni numeri di riviste e associazioni locali, quali: UVISP e primo maggio.

È stato, insieme a Fabrizio Bertolini, uno dei soci e collaboratori della società OMNES ARTES che si è occupata di gestione museale nella provincia di Perugia.

Ha partecipato attivamente alla realizzazione delle strutture fisse e mobili del Rione Portella

 

 

PALIO NEWS – SANA COMPETIZIONE

“Supera te stesso e supererai il mondo!”

 

Sabato 22 giugno, presso lo Stadio Comunale di Bastia Umbra, andrà in scena SANA COMPETIZIONE, l’unico evento della’Umbria che unisce graffiti, sport e musica.

La manifestazione, promossa da Ente Palio de San Michele, Comune di Bastia Umbra, PaliOpen, Avis Comunale di Bastia Umbra e SQRT, ospiterà 22 Writers provenienti da tutta Italia.

La SANA COMPETIZIONE verrà dipinta sul muro dello stadio, “scattata” attraverso l’occhio fotografico,  “giocata” con l’intervento delle associazioni sportive e “vissuta” nel clima tipico delle feste organizzate da PaliOpen.

 

Siete tutti invitati a partecipare.

 

17/06/2019

Nicola Angione
Ufficio Stampa Ente Palio de San Michele

Web Site: www.paliodesanmichele.it
PAGINA FACEBOOK: Ente Palio de San Michele
Tel. +39 3933304057
Mail: redazione@paliodesanmichele.it

 

Articolo letto 22 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *